Fondo
Indennizzo
Risparmiatori

Cosa è il FIR

La legge del 30 dicembre 2018 n.145, come novellata dalla L. 28 giugno 2019, n. 58, ha istituito presso il Ministero dell'economia e delle finanze il Fondo Indennizzo Risparmiatori (FIR), chiamato ad indennizzare i risparmiatori che hanno subìto un pregiudizio ingiusto da parte di banche e controllate con sede legale in Italia, poste in liquidazione coatta amministrativa dopo il 16 novembre 2015 e prima del 1° gennaio 2018.

Card image

Da quando si può presentare la domanda

La domanda di indennizzo potrà essere presentata, esclusivamente in via telematica e corredata da idonea documentazione, a decorrere dal 22 agosto 2019, per i 180 gg previsti dalla normativa.

Card image

Quali Titoli sono indennizzabili

Sono indennizzabili le azioni ed obbligazioni subordinate emesse dalle seguenti banche poste in liquidazione coatta amministrativa dopo il 16 novembre 2015 e prima del 1° gennaio 2018: Banca Etruria, Banca delle Marche, Cassa di risparmio della Provincia di Chieti, Cassa di risparmio di Ferrara, Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca e le loro controllate.

Card image

Azioni

L'indennizzo è determinato nella misura del 30 per cento del costo di acquisto delle azioni, ivi inclusi gli oneri fiscali, entro il limite massimo complessivo di 100.000 euro per ciascun avente diritto.

Card image

Obbligazioni subordinate

L'indennizzo è determinato nella misura del 95 per cento del costo di acquisto delle stesse, ivi inclusi gli oneri fiscali, entro il limite massimo complessivo di 100.000 euro per ciascun avente diritto.

Chi può fare la domanda

Hanno diritto all'indennizzo specifiche categorie di "risparmiatori", i loro "successori" e "familiari" (entro il secondo grado) che hanno acquisito la titolarità dei titoli indennizzabili. La domanda può essere presentata dagli aventi diritto interessati o da loro rappresentanti.

I "risparmiatori" in possesso dei titoli indennizzabili.

Card image

I "successori" per causa di morte dei "risparmiatori".

Card image

I "familiari" che hanno acquisito la titolarità dei titoli indennizzabili.

Card image

Come fare la domanda

Card image

Come compilarla e inviarla

La domanda dovrà essere compilata ed inviata unitamente agli allegati previsti esclusivamente in via telematica, dopo essersi registrati a questo portale.
Attraverso lo stesso canale informativo, sarà possibile verificare successivamente lo stato dell'istruttoria della domanda.

Card image

Quando inviarla

La domanda di indennizzo potrà essere presentata, esclusivamente in via telematica e completa di tutta la documentazione prevista, a decorrere dal 22 agosto 2019, per i 180 gg previsti dalla normativa.

Card image

Pagamento indennizzo

Gli indennizzi verranno corrisposti secondo i piani di riparto approvati dalla Commissione tecnica nominata dal MEF.

News

Card image

Sono disponibili i video tutorial per la compilazione della domanda

Sono disponibili all'interno delle sezioni dedicate alla compilazione della domanda, i video tutorial che illustrano in dettaglio come registrarsi al portale FIR, le funzionalità di "recupero password" e "recupero credenziali", nonché l'inserimento dei dati relativi allo strumento finanziario per il quale si chiede l'indennizzo.

Card image

Aggiornamento della sezione dedicata allo strumento finanziario

Dal 15 ottobre è disponibile la nuova versione della sezione dedicata all’inserimento dello strumento finanziario (sezione D4 del Portale FIR) che va incontro alle esigenze dell’avente diritto semplificando l’inserimento dei dati relativi allo strumento finanziario, oggetto di domanda di indennizzo.

Card image

Delega alla presentazione della domanda

Si rende noto che, a seguito di delibera da parte della Commissione tecnica, l'eventuale delega o procura speciale di rappresentanza alla presentazione dell'istanza non richiedono l'autentica della firma, salvo che l'avente diritto abbia conferito una procura speciale notarile (nel qual caso la sottoscrizione dovrà essere autenticata dal notaio).