Fondo
Indennizzo
Risparmiatori

Cosa è il FIR

La legge del 30 dicembre 2018 n.145, come novellata dalla L. 28 giugno 2019, n. 58 ed integrata dalla Legge di bilancio 2020 – L. 27/12/2019 n. 160, ha istituito presso il Ministero dell'economia e delle finanze il Fondo Indennizzo Risparmiatori (FIR), chiamato ad indennizzare i risparmiatori che hanno subìto un pregiudizio ingiusto da parte di banche e controllate con sede legale in Italia, poste in liquidazione coatta amministrativa dopo il 16 novembre 2015 e prima del 1° gennaio 2018.

Card image

Da quando si può presentare la domanda

La domanda di indennizzo potrà essere presentata, esclusivamente in via telematica e corredata da idonea documentazione, a decorrere dal 22 agosto 2019, per i 180 gg previsti dalla normativa.

Card image

Quali Titoli sono indennizzabili

Sono indennizzabili le azioni ed obbligazioni subordinate emesse dalle seguenti banche poste in liquidazione coatta amministrativa dopo il 16 novembre 2015 e prima del 1° gennaio 2018: Banca Etruria, Banca delle Marche, Cassa di risparmio della Provincia di Chieti, Cassa di risparmio di Ferrara, Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca e le loro controllate.

Card image

Azioni

L'indennizzo è determinato nella misura del 30 per cento del costo di acquisto delle azioni, ivi inclusi gli oneri fiscali, entro il limite massimo complessivo di 100.000 euro per ciascun avente diritto.

Card image

Obbligazioni subordinate

L'indennizzo è determinato nella misura del 95 per cento del costo di acquisto delle stesse, ivi inclusi gli oneri fiscali, entro il limite massimo complessivo di 100.000 euro per ciascun avente diritto.

Chi può fare la domanda

Hanno diritto all'indennizzo specifiche categorie di "risparmiatori", i loro "successori" e "familiari" (entro il secondo grado) che hanno acquisito la titolarità dei titoli indennizzabili. La domanda può essere presentata dagli aventi diritto interessati o da loro rappresentanti.

I "risparmiatori" in possesso dei titoli indennizzabili.

Card image

I "successori" per causa di morte dei "risparmiatori".

Card image

I "familiari" che hanno acquisito la titolarità dei titoli indennizzabili.

Card image

Come fare la domanda

Card image

Come compilarla e inviarla

La domanda dovrà essere compilata ed inviata unitamente agli allegati previsti esclusivamente in via telematica, dopo essersi registrati a questo portale.
Attraverso lo stesso canale informativo, sarà possibile verificare successivamente lo stato dell'istruttoria della domanda.

Card image

Quando inviarla

La domanda di indennizzo potrà essere presentata, esclusivamente in via telematica e completa di tutta la documentazione prevista, a decorrere dal 22 agosto 2019, per i 180 gg previsti dalla normativa.
I termini per la presentazione sono stati prorogati al 18 aprile 2020.

Card image

Pagamento indennizzo

Gli indennizzi verranno corrisposti secondo i piani di riparto approvati dalla Commissione tecnica nominata dal MEF.

News

Card image

Proroga dei termini di scadenza per l’invio delle domande

L’originario termine di scadenza per la presentazione delle domande al FIR, previsto ai sensi dell’articolo 1, comma 501, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, è stato prorogato dalla legge di bilancio 2020 fino al 18 aprile 2020.

Card image

Linee guida per la tipizzazione delle violazioni massive del T.U.F.

Sono disponibili, all'interno della sezione denominata "Determinazioni Commissione", i criteri e le linee guida per la tipizzazione delle violazioni massive del T.U.F. Tali criteri sono rilevanti esclusivamente per i risparmiatori che non accedono alla procedura di indennizzo forfettario previsto dal comma 502 -bis dell'art. 1 della legge 30 dicembre 2018, n. 145.

Card image

Eliminazione domanda inviata

Se una o più domande inviate contengono errori, incongruenze, dati o documenti mancanti, è possibile richiederne l’eliminazione. Tale operazione sarà consentita fin quando l’istanza non risulti presa in carico per la lavorazione istruttoria, e comunque non oltre il termine normativamente previsto per la presentazione delle domande di accesso al FIR.